TOGLIERE LE MACCHIE VECCHIE DALLE TOVAGLIE: ECCO COME FARE

12 gennaio 2022

Togliere le macchie vecchie dalle tovaglie: consigli pratici

    Pranzo con amici e parenti? Cena di compleanno? Incontro galante a lume di candela? Qualsiasi sia l’occasione è quasi matematico che durante il pranzo o la cena scappi qualche macchia: una goccia di vino, un pezzetto di cioccolato, la cera di una candela.
    L’ideale sarebbe poter agire immediatamente sulla macchia ma questo non è sempre possibile.

    Sapere quindi come togliere macchie vecchie dalle tovaglie è senz’altro una delle cose più utili da conoscere per avere sempre tessuti puliti e brillanti e tovaglie come fossero nuove.

     

    Come togliere le macchie dalla tovaglia: 4 consigli generali

    Esistono molti rimedi naturali che ci aiutano nella quotidiana lotta contro le macchie e le soluzioni che si possono adottare variano a seconda del tipo di macchia, della resistenza e colorazione del tessuto e in base al fatto che la macchia sia recente o vecchia ed ostinata.
    Ma, prima ancora di vedere nello specifico come smacchiare le tovaglie, ci sono una serie di indicazioni valide in linea generale, a prescindere dal tipo di macchia e dal fatto che si tratti di tovaglie bianche o tovaglie colorate.

    • Agire il prima possibile sulla macchia. In caso la tovaglia si macchi, il tempo è nemico e occorre intervenire quanto prima per evitare che la macchia si estenda al resto del tessuto, si asciughi o si incrosti, rendendo così più difficoltosa l’operazione di smacchiatura.
    • Verificare sempre su una piccola porzione della tovaglia la reazione del tessuto al rimedio adottato accertandosi che non sia dannoso e non arrechi danno peggiorando la situazione.
    • Non sfregare con troppo vigore. Lo sfregamento eccessivo potrebbe logorare il tessuto, soprattutto nel caso di quelli più delicati o con pizzi e merletti.
    • Tamponare la zona interessata. Nel caso di macchie causate da materiale liquido è bene tamponare l’area per delimitarla evitando che penetri nelle fibre attorno. Se non si può rimuovere subito la tovaglia (cosa molto consueta quando si cena in compagnia), è utile posizionare della carta assorbente sotto e sopra la macchia provando così a “guadagnare tempo” prima di intervenire.

    NON VUOI CORRERE RISCHI? SCEGLI LE TOVAGLIE ANTIMACCHIA IN COTONE RESINATO DI LISOLASTORE!

    Tovaglia antimacchia Skyline Tovaglia antimacchia Lavana

     

    Come smacchiare le tovaglie colorate

    Le macchie sulla tovaglia, come accennato poc’anzi, andrebbero sempre prima pretrattate per ottenere un risultato migliore. Ciò vale, come vedremo più avanti, anche nel caso delle macchie sulle tovaglie colorate.
    Si può però sempre provare a smacchiare la tovaglia colorata direttamente in lavatrice. In questo caso il consiglio è quello di procedere con un ciclo di lavaggio a freddo utilizzando il normale detersivo con l'aggiunta di un po' di sale grosso e un cucchiaino di bicarbonato di sodio.

    Per il lavaggio a mano invece, si può mettere in ammollo la tovaglia per circa un’ora, sempre con acqua fredda, utilizzando abbondante sapone di Marsiglia mescolato a del sale fino e poi risciacquare.
    L’impiego della candeggina sui capi colorati è tendenzialmente sempre sconsigliato.

     

    Come smacchiare le tovaglie bianche

    Per smacchiare la tovaglia bianca il metodo più utilizzato è senz’altro quello che prevede l’utilizzo della candeggina ma, malauguratamente, il suo utilizzo ha dei limiti: è sconsigliatissimo infatti utilizzarla su tessuti in lino, seta, lana e cotone colorato.
    E, anche nel caso delle tovaglie bianche in cotone, occorre fare molta attenzione perché il rischio è comunque quello di rovinare e sfibrare il tessuto, per quanto resistente possa essere.

    Una valida alternativa alla candeggina è quella che prevede l’impiego del percarbonato. Per smacchiare a fondo in lavatrice è utile impostare un programma di lavaggio a 50° C (assicurandosi che il tessuto regga la temperatura) e aggiungere un cucchiaino di percarbonato e un po' di sale da cucina al detersivo. Alcuni consigliano anche l’utilizzo del succo di mezzo limone al posto dell’ammorbidente.
    Un altro prodotto che può essere utilizzato è l’acqua ossigenata, consigliata per esempio per le macchie di vino.

     

    Come togliere le macchie ostinate dalla tovaglia?

    Quando si ha a che fare con macchie difficili, siano esse più o meno recenti, prima di procedere col lavaggio in lavatrice è utile pretrattare le macchie per avere un risultato soddisfacente e lo specifico trattamento adottato varia a seconda della tipologia di macchia. Vediamo più nel dettaglio quali sono gli accorgimenti e rimedi naturali maggiormente consigliati.

    Macchie di vino rosso
    Che si tratti di una tovaglia bianca o di una tovaglia colorata si può provare ad eliminare la macchia di vino con…altro vino! Nello specifico si consiglia di versare del vino bianco e strofinare con un panno.
    Un altro suggerimento è quello di mettere del sale fino sulla macchia, lasciar agire e poi toglierlo con un panno bagnato con acqua calda.
    Infine, nel caso di lavaggio a mano, si può utilizzare del succo di limone sulla macchia di vino rosso e lavare poi con sapone di Marsiglia. Oppure ancora, per le tovaglie colorate, dell’acqua frizzante. Se la tovaglia è bianca procedere col percarbonato di sodio.

    Macchie di caffè
    Facendo colazione ti è caduta la tazza sulla tovaglia? Perfetto: non c’è altra soluzione che armarsi di sapone di Marsiglia e molta pazienza. Il caffè è davvero difficile da smacchiare (viene utilizzato insieme al tè anche per tingere i tessuti!).
    Nel caso di tovaglia bianca si può anche provare a candeggiare mentre per le tovaglie colorate è utile utilizzare uno spruzzino con dell’aceto e aggiunta di acqua distillata e aceto di mele diluiti. Agitare poi il composto, spruzzare, lasciare agire e poi strofinare.

    Macchie di unto
    Sia per le tovaglie bianche che colorate il consiglio è quello di utilizzare aceto di vino bianco o alcool etilico, far agire per una decina di minuti e poi strofinare.
    Oppure passare un pezzo di sapone di Marsiglia leggermente inumidito e mettere la tovaglia in ammollo in acqua bollente con sapone sciolto e 2 cucchiai di sale per una notte intera. Se non dovesse essere sufficiente, ripetere l’operazione. In caso l’alone persista, ripassare di nuovo il sapone e poi lavare in lavatrice.

    Macchie di sugo
    Per la tovaglia colorata è consigliato versare del borotalco sopra la macchia di sugo, ricoprendola e strofinando del detersivo per piatti. O ancora del bicarbonato con del sale.
    Se invece la macchia è fresca e si agisce subito è indicato far scorrere dell’acqua sul rovescio della tovaglia tentando di far scorrere il sugo verso i bordi della tovaglia.

    Macchie secche di cioccolato
    La soluzione è un mix di acqua calda e perborato da lasciar agire mezza giornata. Nel caso di una tovaglia colorata è invece indicato utilizzare una soluzione con 50% acqua e 50% aceto, strofinare, risciacquare e procedere poi con il consueto lavaggio in lavatrice.

    Macchie di frutta e verdura
    Le macchie di frutta e verdura possono essere insidiose, soprattutto nel caso di frutti come pesche, albicocche e ciliegie e verdure come gli spinaci, le cui macchie richiedono diversi lavaggi prima di scomparire. Una soluzione veloce è quella di strofinarvi sopra una patata cruda oppure riporre la tovaglia in una bacinella con acqua e bicarbonato.

    Macchie di cera
    Prendere un pezzo di carta (quella tipica del sacchetto del pane è perfetta) e riporlo sulla macchia di cera. Passare il ferro da stiro bello caldo sul pezzo di carta finché la patacca di cera non si stacca. Lavare poi in lavatrice con smacchiante specifico per la cera.

     

    Come togliere macchie vecchie gialle dalle tovaglie?

    Le tovaglie bianche ingiallite sono un cruccio di molti. La presenza di fastidiose macchie vecchie gialle è dovuta per lo più alla permanenza del capo chiuso in un armadio.
    Come far tornare allora bianche le tovaglie ingiallite? Ci sono diversi rimedi naturali che si possono utilizzare.
    Il primo consiste nel mettere in ammollo la tovaglia in acqua tiepida per una notte. Il giorno dopo cambiare l’acqua (tenendola sempre tiepida) e aggiungere il sapone di Marsiglia, strofinando delicatamente le parti ingiallite. Se la macchia persiste si può aggiungere un po’ di candeggina ma solo se si tratta di tovaglie bianche.

    Sempre nel caso di tovaglie bianche si può versare una piccola quantità di alcol rosa sulla macchia e poi strofinare con sapone di Marsiglia.
    O, ancora, si possono utilizzare le proprietà sbiancanti del percarbonato di sodio, immergendo la tovaglia in una bacinella di acqua molto calda con del sapone di Marsiglia e percarbonato e lasciando un giorno in ammollo. Lavare poi in lavatrice con detersivo, sale grosso da cucina e bicarbonato.

    Se sfortunatamente nessuno di questi rimedi ha funzionato, è giunta l’ora di cambiare la tua tovaglia. Puoi dare un’occhiata qui per trovare quella che fa per te!

     


    Lascia un commento

    I Commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


    Anche CONSIGLI D'ARREDO E IDEE PER LA CASA

    COME LAVARE LE LENZUOLA IN LAVATRICE E AVERE UN BUCATO PERFETTO
    COME LAVARE LE LENZUOLA IN LAVATRICE E AVERE UN BUCATO PERFETTO

    05 gennaio 2022

    Leggi di più
    lisola store e lo sportello dei sogni
    LisolaStore e lo Sportello dei Sogni: insieme per realizzare desideri

    28 dicembre 2021

    Leggi di più
    "Sant'Ambroeus": storia e curiosità del patrono di Milano
    "Sant'Ambroeus": storia e curiosità del patrono di Milano

    06 dicembre 2021

    Leggi di più