Cos'è la parure copripiumino: significato, tipologie e utilizzo

19 gennaio 2022

Cos'è la parure copripiumino: significato, tipologie e utilizzo

La parure copripiumino è un elemento della biancheria da letto che contraddistingue l'arredo delle camere di moltissime persone. Ma, per quanto il suo utilizzo sia sempre più diffuso, sono in molti a chiedersi quale sia il significato di “parure” e cosa sia la parure copripiumino nello specifico.

Quando si cita il termine “parure”, la prima cosa che viene in mente è la parure gioielli che, ovviamente non è l'accezione del termine corretta per l'argomento che vogliamo trattare qui.

Il termine parure, la cui pronuncia è “parü′ür”, indica genericamente due o più oggetti differenti accomunati però da una qualche caratteristica che può essere il tipo di materiale, la fantasia, lo scopo di utilizzo e via di seguito. Abbiamo così la già citata parure di gioielli, una parure di biancheria intima oppure, come nel nostro caso, una parure di biancheria per il letto.

Ma cos'è la parure copripiumino e da cosa è caratterizzata? Proviamo a scoprirlo assieme.

 

COS' È LA PARURE COPRIPIUMINO: PRINCIPALI CARATTERISTICHE E UTILIZZO 

La parure copripiumino è un set di biancheria da letto composto da un sacco copripiumino e dalle federe abbinate, il cui numero varia a seconda delle dimensioni del letto: 1 federa per il letto singolo, 2 per il letto matrimoniale e 1 o 2 federe per il letto a una piazza e mezza.

Il sacco copripiumino non è altro che un “lenzuolo a due strati” cucito su tre lati. In corrispondenza del lato non cucito va inserito il piumino. Tale lato può essere dotato di patella (il rimbocco da infilare sotto il materasso) oppure di chiusura con bottoni. Potrebbe sembrare complicato ma in realtà esiste un metodo molto semplice e rapido che indica come infilare il piumino nel sacco.

Sia che si tratti di lenzuola o che si tratti di copripiumini, la cosa principale da tenere a mente è la differenza tra parure e completo: il completo, a differenza della parure , comprende infatti anche il lenzuolo da sotto con angoli.

DALLA TINTA UNITA ALLA FANTASIA FLOREALE: DAI UNO SGUARDO A QUESTE SPLENDIDE PARURE COPRIPIUMINO!

parure copripiumino a righe in cotone
Parure copripiumino in
cotone 
in tinta unita
Brera
Parure copripiumino in
cotone 
rigato tinto in filo
TIF
 

 

Tipologie di parure copripiumino: come scegliere?

Il copripiumino è un elemento che trae origine dalla tradizione del nord Europa il cui utilizzo si è poi diffuso via via anche nel nostro paese.
Le differenti tipologie di parure copripiumino si differenziano principalmente per tre aspetti sui quali verte la scelta del prodotto: misure, estetica e tessuto.

Esistono differenti misure di copripiumino variabili a seconda della grandezza del letto. Ci sono quindi parure per letto singolo, per letto matrimoniale e per letto ad una piazza e mezza.

Per quel che riguarda la tipologia di tessuto, i materiali può diffusi sono l'intramontabile cotone (classico, percalle, flanella e raso) e il delizioso lino. In entrambi i casi si tratta di tessuti di origine naturale dotati di peculiarità proprie.
La scelta del tipo di tessuto dipende, va da sé, dalle specifiche e soggettive esigenze. La flanella di cotone, per esempio, è un tessuto caldo, ideale per chi ama la morbidezza; il raso è perfetto per chi ama la delicatezza e ha una buona capacità di adattarsi alle differenti temperature; il lino è invece apprezzatissimo oltre che per il particolare effetto estetico anche per la sua fama di tessuto fresco e leggero.

Infine l'estetica, e qui c'è davvero solo l'imbarazzo della scelta. Dalla tinta unita alle più svariate fantasie, dallo stile classico a quello più moderno, dall'"effetto stonewashed" alle lavorazioni Jacquard.

Perché usare il copripiumino? 

Arrivati a questo punto dovrebbe essere ormai abbastanza chiara la finalità di utilizzo del copripiumino. Sia che si tratti di una parure sia che si tratti di un completo, il copripiumino viene utilizzato come sacco protettivo del piumino, preservando il prodotto da polvere ed eventuali macchie.

Accanto a questo principale vantaggio ne esistono degli altri. Per esempio, risistemare un letto con un copripiumino è più semplice che farlo con le tradizionali lenzuola, che spesso hanno un aspetto abbastanza “stropicciato” quando ci si alza la mattina.

O ancora, la soluzione “piumino-copripiumino”, rispetto all'utilizzo della classica trapunta, consente di cambiare il look della stanza ogni qualvolta lo si desidera, rinnovandone l'estetica con un semplice cambio di biancheria.

Se a questo punto anche tu ti sei fatto conquistare dai tanti vantaggi della parure copripiumino, non ti rimane che dare un'occhiata qui per scegliere quella che meglio rispecchia le tue necessità!


Lascia un commento

I Commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


Anche CONSIGLI D'ARREDO E IDEE PER LA CASA

tavola estiva
Tavola estiva: come allestirla in maniera perfetta

11 maggio 2022

Leggi di più
come pulire il materasso
Come pulire il materasso in maniera perfetta

04 maggio 2022

Leggi di più
asciugamani morbidi
Asciugamani morbidi e soffici: ecco come fare

27 aprile 2022

Leggi di più