Home
/
CONSIGLI D'ARREDO E IDEE PER LA CASA
Precedente
/
Prossimo

Come pulire i tappeti: le migliori soluzioni e rimedi naturali

come pulire i tappeti

I tappeti sono tra i complementi d'arredo più amati per la loro versatilità. Possono infatti essere posizionati in molteplici ambienti della casa: dalla camera da letto alla cucina, dal bagno all'ingresso. Non sono poi solo apprezzati elementi decorativi ma anche utili accessori in quanto proteggono il pavimento da macchie ed usura. 

D'altro canto non mancano i suoi detrattori in quanto è innegabile il fatto che il tappeto raccolga sporco e polvere. Tra l'altro non è raro che si macchino soprattutto nel caso dei tappeti da cucina. Si rende quindi ovviamente necessario procedere alla pulizia del tappeto

Vediamo allora come pulire i tappeti in modo semplice e veloce, senza dover ricorrere al "lavaggio professionale". 

 

COME PULIRE I TAPPETI: OPERAZIONI PRELIMINARI

Per mantenere i propri tappeti in buone condizioni, la prima cosa da fare è provvedere ad una pulizia periodica che si consiglia di effettuare almeno una o due volte a settimana. La manutenzione periodica del tappeto è importante per mantenere una buona igiene, evitando un accumulo eccessivo di polvere, germi e sporcizia. 

HAI GIA' VISTO LA COLLEZIONE DI TAPPETI D'ARREDO DI LISOLASTORE? ECCO ALCUNI SUGGERIMENTI PER TE

tappeti bagno tappeti arredo tappeti cucina
Tappeti bagno Tappeti d'arredo 

 

Per effettuare una regolare pulizia del tappeto non hai bisogno d'altro che di un'aspirapolvere. Unica cosa: ricorda di passarla non solo sulla parte "calpestabile" del tappeto ma anche dall'altro lato.
Oppure, altra alternativa, sbattili energicamente all'aperto con un battipanni e lasciali poi fuori a prendere aria. Ciò eliminerà l'umidità aiutando a prevenire la formazione di muffe. 

Segui la stessa prassi (aspirapolvere e/o battipanni ) anche nel caso in cui i tappeti siano lavabili in lavatrice, come per esempio i tappeti in spugna di cotone utilizzatissimi nella zona bagno. 

É poi possibile pulire i tappeti con il vapore. In questo caso avrai ovviamente bisogno dell'accessorio adatto, per esempio una scopa a vapore nella quale puoi anche versare una piccola quantità di olio essenziale (un paio di gocce vanno benissimo). Avrai così un tappeto non solo pulito ma anche profumato!

 

COME PULIRE I TAPPETI CON IL BICARBONATO

Vediamo ora come pulire i tappeti a secco (ossia senza impiego di acqua) con alcuni dei più efficaci metodi naturali. Se è vero infatti che esistono in commercio prodotti specifici (sia per fibre sintetiche che per fibre naturali), il modo migliore è sempre quello di provare prima con i classici rimedi della nonna. 

Ricorda che, a prescindere dallo specifico metodo adottato, la primissima cosa da fare sempre è rimuovere dal tappeto il grosso dello sporco come precedentemente descritto. 

Il primo metodo prevede l'impiego del bicarbonato. Il bicarbonato, grazie alle sue proprietà antisettiche, disinfettanti e sbiancanti, è un rimedio della nonna che torna utilissimo in diverse "faccende domestiche" come per esempio per avere sempre asciugamani morbidi così come per togliere macchie vecchie dalle tovaglie e per pulire il materasso.

Nel caso della pulizia del tappeto è sufficiente applicare il bicarbonato nel punto in cui è localizzata la macchia e strofinare leggermente. Poi lasciare agire per qualche ora e infine rimuovere il bicarbonato utilizzando un'aspirapolvere oppure una semplice spazzola. Puoi anche fare una miscela composta da un litro di acqua calda e tre cucchiai di bicarbonato. 

Il bicarbonato può essere utilizzato anche per una pulizia profonda ma, soprattutto, periodica. In questo caso cospargi il bicarbonato su tutta la superficie del tappeto. Avrai così tappeti sempre perfettamente puliti e igienizzati. 

Il secondo metodo è l'aceto bianco: ha ottime proprietà scrostanti e, come il bicarbonato, è anche un buon disinfettante. Puoi fare un mix di acqua ed aceto (due bicchieri di aceto in un litro d'acqua calda) oppure un mix di aceto, acqua calda e bicarbonato (due bicchieri di aceto e tre cucchiai di bicarbonato in un litro d'acqua). Puoi mettere la soluzione ottenuta in un comodo erogatore spray e spruzzare sulla macchia o su tutta la superficie del tappeto a seconda delle tue necessità. In ogni caso, lascia poi asciugare all'aria aperta evitando l'esposizione diretta ai raggi solari. 

Aceto e sale grosso. Rimedio efficace anche nel caso di macchie, questo procedimento è consigliato solo nel caso di tappeti non particolarmente delicati. Mescola assieme aceto e sale grosso in parti uguali per ottenere una pasta da applicare sulla macchia. Poi spazzola delicatamente per rimuovere il tutto. 

Foglie di tè. Si esatto. Le foglie di tè sono utilissime per ravvivare i colori. Per mettere in pratica questo rimedio basta prendere qualche foglia di tè e sfregarla sul tappeto. Se il tappeto è molto delicato, avvolgi la foglia in un panno umido prima di sfregare. Lascia poi ad asciugare (sempre all'aperto e non direttamente sotto il sole). 

Infine, l'acqua frizzante. Metti dell'acqua assorbente sotto il tappeto e versa l'acqua frizzante sulla macchia. Poi lascia asciugare come di consueto. 

 

COME PULIRE I TAPPETI PERSIANI

Sapere come pulire i tappeti persiani ti può tornare davvero molto utile. Con alcuni piccoli rimedi potrai infatti evitare di ricorrere al lavaggio professionale, con un discreto risparmio economico. 

Soluzione numero 1: puoi tranquillamente utilizzare un'idropulitrice, soluzione comodissima in particolar modo quando devi pulire un tappeto di grandi dimensioni. La cosa importante è poi assicurarsi di risciacquare il tappeto in maniera accurata in modo da lavare via completamente ogni traccia di detergente. Unico inconveniente: hai necessità di uno spazio all'aperto dove effettuare la pulizia e in cui lasciare il tappeto ad asciugare (attenzione a non esporlo però ai raggi diretti del sole). 

Soluzione numero 2: utilizzare il bicarbonato così come precedentemente indicato. 

Soluzione numero 3: è possibile pulire i tappeti con ammoniaca ma con molta attenzione. Trattandosi di tappeti particolarmente preziosi e delicati, è consigliato diluire l'ammoniaca nell'acqua (un cucchiaio di ammoniaca in tre litri d'acqua) e strofinare il tappeto con un panno. Il panno deve essere umido e mai imbevuto perché la soluzione non deve mai essere versata direttamente sulla superficie del tappeto. Puoi a limite testare prima su una piccola area. Anche in questo caso, dopo aver pulito il tappeto, lascialo ad asciugare all'aria aperta.

Con questi piccoli trucchi ti sarà sicuramente più facile ed agevole mantenere puliti i tuoi tappeti affinché gli ambienti siano sempre in ordine e perfettamente igienizzati.

I tappeti arredano la tua casa regalandole quel tocco di stile in più. Scopri la collezione di tappeti d'arredo LisolaStore!

Lascia un commento
I Commenti verranno approvati prima di essere pubblicati
dove mettere accappatoi in bagno
Dove mettere accappatoi in bagno: qualche consiglio pratico
Di Michela Pisanu29 giugno 2022 3 Minuti di lettura
Leggi di più
come organizzare la cucina
Come organizzare la cucina in 5 semplici passi
Di Michela Pisanu22 giugno 2022 4 Minuti di lettura
Leggi di più
decorare camera da letto
Decorare camera da letto: consigli per abbellirla e renderla unica
Di Michela Pisanu8 giugno 2022 5 Minuti di lettura
Leggi di più
lenzuola estive
LENZUOLA ESTIVE: ECCO QUALI SCEGLIERE PER DORMIRE BENE
Di Michela Pisanu1 giugno 2022 4 Minuti di lettura
Leggi di più

Grazie per l'iscrizione